lunedì 31 marzo 2008

CorrieRonfi

Ancora Corriere dei Piccoli, ma mi pare scontato che dallo scorso weekend al prossimo gennaio se ne parlerà a più riprese.
Stavolta voglio segnalare una simpatica iniziativa vista a Cartoomics: gli allievi del corso di fumetto e di incisione della Scuola d'arte del Castello Sforzesco di Milano hanno realizzato una microcolland ai dodici numeri chiamata "Corrierino degli Allievi", in cui in diversi modi e con diverse tecniche si omaggia la storica collana nata il 27 dicembre (già, un giorno dopo di me) 1908 (beh, qualche anno prima).
Come forse si è intuito dal post precedente, tra i miei personaggi preferiti della testata (e giuro di aver letto almeno una manciata di episodi di ognuno dei personaggi pubblicati in quasi novant'anni, quando ho realizzato la cronologia per la Guida al fumetto italiano) ci sono i Ronfi di Adriano Carnevali.
E - indovinate un po' - delle dodici copertine realizzate da ragazzi della scuola, solo una riprende direttamente un personaggio preesistente (anzi due). Eccola:E' opera di Francesco Baldassarre.
Un applauso.

2 commenti:

sandro ha detto...

Una volta giocando a scarabeo io e un mio amico abbiamo litigato per la parola ronfi. Io dicevo no. Lui diceva si. Alla fine ha vinto lui e al turno successivo al suo ho messo ronfile, intendo il posto in cui ci sono i ronfi.
ecco volevo dire solo questo

Davide Barzi! ha detto...

Mmm... non nego di essere dubbioso.
Chiederò ad Adriano Carnevali, ma secondo me, se il reato non è caduto in prescrizione, il tuo amico può fare ricorso per "ronfile".

E non credo esistano nemmeno la ronferia, il ronfificio, la ronfomobile e la ronf-cintura.

Però forse il ronf-spray per pescecani sì.