giovedì 8 gennaio 2009

Königinnen des Schreckens

Sinceramente, non avrei mai pensato che un giorno qualcuno avrebbe scritto di me: "Barzis Doppelbiografie ist seine Bewunderung für das Lebenswerk der beiden Schwestern anzumerken, die er mit zahlreichen Anekdoten aus dem Privat- und Verlagsleben lebendig gestaltet."
Se non altro perché non ho la più pallida idea di cosa questo significhi.
Ma peraltro mi è oscuro anche il passaggio: "Trotz dieser Makel dürfte Barzis Dokumentation als Referenzwerk italienischer Comicgeschichte in den nächsten Jahrzehnten den Weg in zahlreiche private und akademische Bibliotheken finden."

Immagino di aver stuzzicato l'interesse un po' di chiunque, e se avete il desiderio di leggere la lunga recensione de "Le Regine del Terrore" potete andare qui.

Ho provato con il traduttore automatico di google, che mi offre questa traduzione (degna di Ionesco) dell'ultima parte: "Barzis doppia biografia è la sua ammirazione per la vita di lavoro delle due sorelle opportuno notare che lui e molti aneddoti della vita privata e la pubblicazione vivo progettato. Egli divide la sua monografia in dodici concisa, capitoli disposti in ordine cronologico, che egli mette in evidenza storica e l'attuale politica e della cultura iniziati. Ciascun capitolo è seguita una pagina di informazioni bibliografiche, una sezione di ristampe delle foto e facsimili di documenti, come le quotazioni di serie o film poster stampato in corsivo e una sezione di un legale corrispondenza dal 1969, che si è conclusa con la sentenza che "Diabolik" non è vietato era.Nello stesso formato della serie stessa, la banda di collettori secondari 'cuore batte più veloce, il secondo della serie "Storie Di Segni" presso la casa editrice Edizioni BD da Milano, anche se non è perfetto: alcune riproduzioni ärgerlicherweise sono piuttosto pallido, che è probabilmente dovuta al fatto che i modelli , a cui le devastazioni del tempo genagt, e che non è un appassionato di calcio, qualora l'attività dettagliata del club da AC Milan fuori luogo. Nonostante questi difetti dovrebbero Barzis documentazione come riferimento il lavoro di racconto comico italiano nei prossimi decenni, il modo in numerose biblioteche universitarie e private possono essere trovati."

Non ho capito molto, ma quel che ho capito è che quando parlo del Milan, sbaglio.

Ci starò più attento, promesso.

Ma nella vita, eh, mica nei libri.

2 commenti:

sandro ha detto...

Post geniale. Anzi Musisz napisał genialny post (In polacco, secondo il traduttore di google però)

Anonimo ha detto...

si vede che sei sei nato per tradurre... ;)

ms