martedì 14 agosto 2007

In cucina con i Looney Tunes

Per uno strano meccanismo di strategie di vendita che francamente mi sfugge, in agosto escono una valanga di nuovi collezionabili.

In tv c'è una promozione battente di numerose iniziative bizzarre e perlopiù inutili, epperò in comode uscite settimanali.



Una nuova serie però svetta, e non tanto (non solo, dai) perché viene presentata anche con un mio articolo sul sito della De Agostini (approfondimento storico su Bugs Bunny, Titti e Silvestro), ma perché è davvero imperdibile per ogni nerd che (non) si rispetti: “In cucina con i Looney Tunes”. Si tratta di una serie di oggetti per cucinare realizzati appositamente per questa collezione e che riproducono i personaggi Warner.


Due esempi:




Orsù, quindi, calcate un po' nell'angolo del mobile i personaggi Warner motorizzati e fate posto per pentole e frullatori.

18 commenti:

Irene ha detto...

Se vendono anche IL CANARINO, da mettere in padella, lo compro.

Daniele ha detto...

Inizierò a comprare tutti questi gasg... gadghesss... gdasgetsss... TROIAI solo quando inaugureranno una linea 0-6 anni con LEATHERFACE.

(ti ho commentato tardivamente anche su Mike Wieringo)

Davide Barzi ha detto...

Se la De Agostini, dopo anni di onorato servizio, non mi fa scrivere i testi del collezionabile con le armi griffate dai migliori serial killer, mi offendo!

Davide Barzi ha detto...

@ Daniele: io in compenso ho risposto IERI al tuo commento al post "Kung Fu Fighting" datato 31 luglio, quindi ho vinto.

etarancia ha detto...

...E io ho aggiunto un altro commento sempre a quel post. E ho deciso che vinco io, fottendomene di tutte le regole del vostro gioco e del mondo intero. :-P

Paguri ha detto...

Ah, allora corro anch'io a commentare il post di Kung Fu Fighting, sennò mi sento escluso.

Davide Barzi ha detto...

Beh, il premio l'ha comunque vinto Sailor K. che ha commentato l'1 agosto un post dell'8 aprile.
Ma siccome il blog è mio e non posso tollerare che vinca qualcun altro, le rispondo ADESSO a quel post:
http://davidebarzi.blogspot.com/2007/04/little-miss-sunshine-spoilerissimo.html

etarancia ha detto...

FARE CULO FARE CULO FARE CULO!!!!!!

https://www.blogger.com/comment.g?blogID=659602735203283384&postID=8292414396485422744


HO VINTO IO!

etarancia ha detto...

(Adoro la competività casuale scatenata e innocentemente violenta.)

Paguri ha detto...

Vedo il tuo 22 novembre e rilancio con un ottimo...cazzo!...non visualizza post più vecchi del 22 novembre 2006.
Mi arrendo!
Ebbene sì, maledetto Carter, hai vinto anche stavolta!
Tutto è bene quel che finisce bene...

Davide Barzi ha detto...

...e l'ultimo chiude la porta.

Ma ecco un controfinale degno di Dylan Dog (così, per ri-citarlo): prima del 22/11/06 il blog non esisteva, ma io ho in un disco esterno un file di word risalente a metà novembre scorso in cui mi ero appuntato tutte le cose che avrei voluto mettere nel blog che avrei realizzato di lì a poco.

Quindi ho appena aperto quel file e l'ho commentato.

E adesso?

Paguri ha detto...

Da quanto ce l'hai la macchina?
No, perché appena ci incontriamo ti scrivo un commento sulla portiera...

Davide Barzi ha detto...

Allora, funziona così, se arrivi ilare, gaudente e un po' alticcio in un parcheggio, senza minimamente decelerare mi prendi su una fiancata e poi continui retro-prima-retro-prima-retro-prima, me la devo ripagare da solo.
Se invece ci scrivi la Divina Commedia, è considerato atto di vandalismo e quindi la polizza ripaga.

Uno dei tanti misteri del magico mondo dell'assicurazione.

etarancia ha detto...

Quel file non appartiene al blog. Il blog reale è quelle che visualizziamo tutti.

Non tirare fuori i tuoi blog desideri repressi.

Fuori regolamento.

Perdente.

Via.
Via.

Ho vinto io. Alla faccia del bel Dylan.

Vero ha detto...

Pensavo di comprarmi la padella ti Titti, ma l'idea di dargli fuoco per farmi un uovo fritto mi turba un po'. O un lo potevano mettere sul bordo invece che sul culo?

Davide Barzi ha detto...

Il vero (giuro, non è un gioco di parole voluto) collezionista ne compra due copie: una la usa e l'altra la tiene in bella mostra.

Il vero collezionista ha soldi da buttar via, evidentemente.

Comunque ti capisco: qualche anno fa ho comperato delle pentole della Lagostina e per non rovinare il fondo, sui cui era disegnata la linea di Cavandoli, lo tenevo lontano dal fuoco, col risultato che non si cuoceva un c@##o.

Davide Barzi ha detto...

Eh, eh, eh, cari miei...

...ho appena commentato con auguri di buon compleanno il primo post di un blog altrui che ha esordito il 2 ottobre 2006.

Quindi, al momento, vinco di quasi due mesi.

MAGP
(Malvagio&AstutoGranPavese)

etarancia ha detto...

No, dovevi scrivere "MAGPQM".

Quasi Morto, ovviamente.