giovedì 18 ottobre 2007

Scimmie!

Voi le avete volute e io vi accontento:
Vi copio e incollo la pagina a esse dedicate da Pagine70, sito ovviamente imperdibile e fonte di lacrime a profusione (per la nostalgia o per le risate, non di rado per entrambe assieme):
"Entrate nel meraviglioso mondo delle SCIMMIE DI MARE. Una vasca di felicità, il miracolo della vita istantanea!"
Così titolava uno di quegli annunci pubblicitari che, in un certo senso, hanno fatto epoca.
Negli anni settanta, sfogliando le pagine dei vari Monello, Intrepido, Diabolik era praticamente impossibile non imbattersi in questo curioso annuncio. Ancora oggi, a distanza di anni, molti si chiedono se le Scimmie di Mare siano esseri realmente esistiti, oppure se il tutto era semplicemente un sistema per cercare di "accalappiare" più compratori possibili.
La risposta sta pratiamente nel mezzo. Andiamo per ordine. Recitava ancora l'annuncio: "Sempre attivissimi ed allegri, questi animaletti scherzano e giocano tra di loro. Si possono perfino ammaestrare". Ma il clou era alla fine, quando si leggeva: "Vi mostreremo inoltre come insegnare loro ad obbedire ai vostri ordini ed eseguire esercizi come le foche ammaestrate!"
In realtà le Scimmie di Mare non sono altro che crostacei denominati Artemie Saline. La loro caratteristica principale è data del fatto che le loro uova possono rimanere in uno stato per così dire "di ibernazione" per molti anni almeno fino a quando qualcuno non decida di bagnarle con acqua salata.
Un’altra peculiarità di questi crostacei è quella di possedere alla nascita un solo occhio, ma di svilupparne altri due col sopravvenire dell’età adulta. Sebbene siano di dimensioni ridotte, questi animaletti richiedono una certa cura, nel senso che bisogna dar loro da mangiare, assicurare luce a sufficienza o rabboccare l’acqua. I precursori del Tamagochi, insomma. Riguardo alla èpossibilità di poterle ammaestrare e poterle far ubbidire ai vodtri ordini.... beh, fate voi.... Il tutto per la modica cifra di 4.900 lire.
Ad ogni buon conto, è curioso sapere che negli USA il fenomeno Scimmie di Mare è molto popolare. Ci sono una miriade di siti che parlano di loro e, in negozi specifici, è possibile acquistare accessori delle più disparate utilità: orologio con vaschetta incorporata per portarsi dietro la propria Scimmia di Mare, acquari speciali, pista per farle gareggiare, ecc.
Dunque, il mistero sembra definitivamente risolto: le scimmie di Mare non solo sono esistite per davvero, ma hanno raggiunto una elevatissima popolarità diventando ogetto di vero e proprio culto. Ancora non ci credete? Visitate www.seamonkeyworship.com e vi ricrederete."

Visitate anche il sito consigliato da Pagine70 perché è uno spettacolo.
Tanto per dirne una, il 16 maggio si festeggia il National Sea Monkey Day e noi, poveretti, nemmeno lo sapevamo...

A proposito degli anni Settanta, ho da annunciarvi fiero una cosina mia che esce tra qualche giorno....
(suspense)

4 commenti:

Fabrizio ha detto...

Basta, io le compro!

Fabrizio ha detto...

E appena capisco come si ammaestrano, a una le faccio scrivere "un" graphic novel!

Etarancia ha detto...

Come sarebbe un mondo senza Barzi?! =)

Davide Barzi ha detto...

Con un po' di posto in più per le scimmie di mare.
Ma senza il migliore tra i loro ammaestratori.

Tipo "28 giorni dopo", però nelle acque costiere dell'Inghilterra.