giovedì 15 novembre 2007

Preghiamo

Non sono molto avvezzo alle preghiere, ma quella che segue la condivido in toto e volevo sollecitarvi a unirvi a me nel salmo.
E' una canzone tratta dal nuovissimo album di Roberto Vecchioni, "Di rabbia e di stelle", e qui ovviamente siamo in argomento "rabbia".
La melodia è orecchiabile, il senso ampiamente condivisibile, il ritmo trascinante, ricorda un po' "I'm Going Down"... ah, no, "Voglio una donna".
Secondo me è destinata a essere un singolo di buon successo.
Potete assaggiarla qui.
In ogni caso, uniamo le mani e preghiamo.
Finita la preghiera, tenere le mani bene giunte e colpire con forza sulla nuca un rappresentante di una categoria a caso tra quelle sotto elencate.
E l'umanità sarà migliore.

Questi fantasmi


Signore delle comete,

re delle stelle di giorno,

chi sono questi fantasmi

che mi camminano intorno?

Chi sono questi cialtroni,

questi topi di fogna e bordello,

questi ignoranti vincenti

con l’intelligenza dentro l’uccello?

Chi sono questi buffoni,

questa mappata di sole,

questi animali parlanti,

questi trapani col Rolex?

E questa banda di pazzi

che gridano: “Io compro, io vendo”,

che il gioco è: “Vinco o mi rovino

a seconda di chi muore nel mondo”?

Signore, tu che ci hai detto: “Quando volete, ritorno”,

levaci questi fantasmi, questi fantasmi di torno.

Signore, scusa se insisto, non mi mandare all’inferno,

levami questi fantasmi, questi fantasmi di torno.

Mandali a coltivare funghi in Val di Non

o a scelta il riso di Canton,

a fare gli orsi per turisti a Yellowstone,

comunque fuori dai coglion.


Signore, eliminali subito

quelli che non hanno i congiuntivi,

e gli aspiranti cantanti

prima che diventino dei divi.

Faremmo volentieri a meno

anche di quelle con il solo pensiero

che far vedere il culo

si possa definire un lavoro.

Signore, tu che ci hai detto: “Quando volete, ritorno”,

toglici questi fantasmi, questi fantasmi di torno.

Signore, scusa se insisto, non mi mandare all’inferno,

toglimi questi fantasmi, questi fantasmi di torno.

Vorrei svegliarmi un giorno senza bib bip

decerebrati sulle jeep,

giovani pirla fancazzisti che hanno un trip.

E fammi santa Meryl Streep.

Signore delle comete, dei bagni, dei pesci e del giorno

levaci questi fantasmi, questi fantasmi di torno.

Signore delle crociate, possa tu regnare in eterno,

levami questi fantasmi, questi fantasmi di torno.


Di mio posso solo aggiungere un sonoro Amen.



12 commenti:

Paguri ha detto...

Beh, Barzi, anche questa non era male...
"Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finchè dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura
e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l' ignoranza dei primi della classe.
Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna.
Gli orpelli? L'arrivismo? All' amo non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco!

Facciamola finita, venite tutti avanti nuovi protagonisti, politici rampanti,
venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte
tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto, assurdo bel paese.
Non me ne frega niente se anch' io sono sbagliato, spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
io non perdono, non perdono e tocco! "
Scusa se ho preso troppo spazio.

Davide Barzi ha detto...

Ma scherzi?
Se hai visto la citazione sotto la testata del blog, sai che con questi versi, con me, sfondi una porta aperta.

Ti mando il conto del fabbro.

Paguri ha detto...

Per quanto anche ORZOWEI, vero...

Etarancia ha detto...

Ho amato così tanto la citazione che ha fatto paguri che lo aiuto a pagarti il debito.

Etarancia ha detto...

Ho amato così tanto la citazione che ha fatto paguri che lo aiuto a pagarti il debito.

Davide Barzi! ha detto...

@ Paguri: pensa se gli Oliver Onions avessero fatto "Orzowei" al concerto...
ah, quale occasione mancate!

@ Etarancia: ma quand'è che mi fai avere una copia di TOC?

In ogni caso, pensavo alle maniglie placcate oro, per voi va bene?

Paguri ha detto...

Le maniglie dell'Ammòre.

Etarancia ha detto...

Opto anche io per le maniglie dell'ammmooore. A chi le tagliamo? Io sono sekka sekka*.


Davide, sciagurato, te la davo volentieri una copia di TOC, ma te non sei passato!!! (O io non c'ero? Sai com'è... In un metro quadrato non ci si stava tutti: DOVEVAMO darci i turni.) Ti darò la copia quando ci becchiamo di nuovo, chettedevo dì? O quando so che uno di noi va in qualche fiera tipo...
(Tra l'altro oggi mi/ci hanno intervistati su una nuova web radio di Cremona, bauuihrisraiuyhetu8weht8gweudsukdeiwjjjjjjjjjjjjjjjjjj!).


* Lo so, Barzuccio, che detesterai codesto uso di "k". Volevo darmi un tono punk. Skusa.

Lollo ha detto...

Pur non apprezzando particolarmente Vecchioni, che trovo sopravvalutato e stonato, approfitto un po' da maleducato di questo spazio per lasciarti i miei saluti. Leggo spesso il tuo blog, ti apprezzo e avrei voluto conoscerti, magari a Lucca, per scambiare 4 chiacchiere. Un altro incontro mancato da aggiungere alla lista... ma spero che rimedieremo.
Lorenzo

Davide Barzi ha detto...

Ah, beh, ma il mio era un apprezzamento sul senso del testo, poi su Vecchioni in generale devo dire che è bastato il viaggio in macchina da casa mia a Pavia (venti minuti) perché Oskar mi chiedesse di cambiare cd, e la cosa aveva un senso.
Sarò che lo sopravvaluto anche alla luce della sua (nostra) passione nerazzurra e perchè "Luci a San Siro" è proprio una bella canzone, ma per il resto sono piuttosto d'accordo con te.

Ma scusa, da quando uno è maleducato perché saluta! Ma io non posso che ringraziarti di questa "maleducazione"!

Ma poi ci troveremo come le star, a bere del whisky alla prossima festa delle edizioni bd!

Paguri ha detto...

Vasco è morto (molti anni fa) viva Vasco!

Anonimo ha detto...

Uff, meno male che me lo hai detto!
Pensa che ho visto uno che gli somiglia vagamente cantare "Vorrei possederti sul divano di casa mia con il rewind".

A sapere che non è lui, sto più tranquillo.